domenica 3 marzo 2013

Sigarette elettroniche utili o pericolose?


Medici divisi, ma pesa la condanna dell'Organizzazione mondiale della Sanità e dell'Unione Europea

 Efficaci e innocue oppure inutili e dannose? Il dibattito sulle e-cig, le sigarette elettroniche, imperversa su Facebook e social network. C'è chi racconta di aver dimezzato il consumo di tabacco da quando è passato a questi dispositivi e chi se ne dice deluso. Il parere espresso dall'Istituto superiore di Sanità su richiesta del ministro della Salute, Renato Balduzzi, non ha concesso condizionali alle sigarette no smoke: «Efficacia da dimostrare, rischiose per la salute soprattutto dei giovani» anche perché possono indurre comportamenti contrari al senso della legge antifumo. Gli esperti suggeriscono di mettere sui pacchetti avvertenze evidenti sui pericoli e di trattare questi prodotti «come tutti i sostitutivi del fumo, vale a dire cerotti, gomme da masticare, dispositivi medici se non addirittura farmaci», spiega Roberta Pacifici direttore dell'Osservatorio fumo, alcol e droga dell'Iss.
PARERI - Si dividono anche i medici. Carlo Cipolla, direttore della divisione di Cardiologia dello Ieo (Istituto oncologico europeo) non ne dà un giudizio tassativo: «Bisogna adoperare più cautela. Non si possono stroncare in assenza di dati scientifici validi. Non è neppure dimostrato che non abbiano nei fumatori un'azione dissuasiva». Le e-cig sono al centro di uno studio Ieo, in collaborazione con Monzino e San Raffaele, su un gruppo di pazienti con tumore o infarto miocardico recente. «Non è uno strumento magico - aggiunge Cipolla -. Occorre considerarlo in un contesto e non in modo isolato. La questione non si può banalizzare». Gli studi sono contradditori, ma pesa la condanna dell'Organizzazione mondiale della Sanità e dell'Unione Europea.

8 commenti:

  1. sicuramente fanno meno male delle sigarette normali, da quando fumo questa sigaretta elettronica sento solo dei benifici su me stesso, respirazione, e tanto altro. Fa male solo allo stato venderla

    RispondiElimina
  2. Io o comprato la sigaretta
    Ma non la uso per paura che
    Mi faccia più male della sigaretta normale quindi sono
    Un po' confuso non saprei :)

    RispondiElimina
  3. a novembre 2012 ho avuto l'infarto del mio cardio,e da allora fumo la sigaretta elettronica,per intere giornate non l'ho mai mollata,ho notato con grande soddisfazione di respirare meglio,denti puliti rispetto a prima,molto più in forma di prima ecc.ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua
      Informazione allora
      Inizio di nuovo con
      La sigaretta elettronica ciao

      Elimina
  4. io dal 10 dicembre 1012 non fumo piu' sigarette normali ma quella eletronica,e ne sono contentissima ormai compro solo aromi senza nicotina e mi sento di consigliarla a tutti i fumatori ............se fa male? non lo so.......sicuramente meno male delle vere bionde,questo e' certo......... un saluto.

    RispondiElimina
  5. io lo comprata e da ottobre che nn tocco una sigaretta e sinceramente mi scordo anche quella elettronica ma se mi viene una voglina...... sò che e li io stò meglio e sono soddisfatta della mia sigaretta!!!!io la consiglio a tutti e vedrete come vi aiuta a smettere!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok grazie del consiglio :-)

      Elimina
  6. Ecco perché la sigaretta elettronica fa male: Oggi, questa è la composizione del prezzo di un pacchetto di sigarette dal costo medio-basso di 4.20 euro: 2.45 euro di accisa, 73 centesimi di IVA, 42 centesimi al tabaccaio e 60 al produttore-distributore. Il 75% del prezzo delle sigarette va allo Stato.Si stima che oggi in Italia, ci sono 12 milioni di fumatori che consumano qualcosa come 170 milioni di sigarette al giorno, equivalenti a 8.5 milioni di pacchetti.Nel 2010, sono state fumate, al netto del contrabbando, 87 miliardi di sigarette equivalenti a 4.37 miliardi di pacchetti, ed i ricavi per lo Stato hanno superato i 10 miliardi di euro.

    RispondiElimina